Home   /  Carriera   /  The Torturer

STREAMING | FOTO

 

Scheda tecnica

 

Data di uscita: in DVD l'11 aprile 2006

Genere: Horror, Thriller

Anno: 2005

Cast: Carla Cassola, Simone Corrente, Emilio De Marchi, Antonella Salvucci, Elena Bouryka, Eleonora Sannibale, Valeria Cramerotti, Daniela Giorgini, Alissa Huzar, Maria Blanco-Fafian, Martina Micozzi, Lisa Schuto

Regia: Lamberto Bava

Sceneggiatura: Lamberto Bava, Diego Cestino, Andrea Valentini

Fotografia: Ugo Menegatti

Montaggio: Raimondo Aiello

Musiche: Paolo Vivaldi

Produzione: DANIA FILM S.R.L., DUE P.T. CINEMATOGRAFICA S.R.L., SURF FILM S.R.L., CASTELAO PRODUCCIONES S.A.
Paese: Italia

 

Trama

Ginette, un'aspirante attrice, fa un provino con Alex Scerba un regista affascinante ed eccentrico che ha fama di ricercare sempre qualcosa di più estremo per stupire e confezionare pellicole indecenti. Durante l'audizione Ginette si sente attratta dal fascino del giovane regista e i due iniziano a frequentarsi sempre più assiduamente. Anche se Ginette si sente coinvolta, in lei si fa strada il sospetto che Alex le nasconda qualcosa. Da alcuni indizi inequivocabili Ginette scopre che la sua migliore amica Marzia, scomparsa alcuni giorni prima senza lasciare tracce, aveva fatto da poco un provino con lui. Negli studi vicini, altre tre attrici, pronte a tutto pur di ottenere un ruolo in un film, stanno facendo un'audizione con un regista misterioso che nasconde il viso per non rivelare la propria identità e si lasciano sottoporre a torture incredibili. Cosa lega questo misterioso Torturatore ad Alex? E chi è quest'uomo che gode nel riprendere le sofferenze delle donne che tortura? Cosa si nasconde nella tranquilla villa di Scerba in cui vivono il suo patrigno, la vecchia madre e una taciturna domestica straniera?

Fonte Comingsoon.it

© 2014 - 2017 Simone Corrente UFC

Sito non ufficiale. Copyright degli aventi diritto.


Crea il tuo sito Gratis, Facile e Professionale!
www.onweb.it

Simone Corrente Unofficial FanClub

«E "valori" a mio avviso è proprio una grande parola: vale la pena rispettarla e soprattutto, rilanciarla, specie in questo momento dove non c'è più molta gente che ci crede veramente.»

Simone - Intimità 2009