Home   /  Carriera   /  Io ti salverò

STREAMING | FOTO

 

Scheda tecnica

 

Data di messa in onda: 28 e 29 aprile 2002, Raiuno

Genere: Drammmatico

Anno: 2002

Cast: Massimo Ranieri, Riccardo Scamarcio, Cristina Capotondi, Simone Corrente, Ennio Coltorti, Brizio Montinaro, Vito Di Bella

Regia: Mario Caiano

Sceneggiatura: Salvatore Basile, Nora Venturini, Lucio De Caro

Fotografia: Pier Luigi Santi

Montaggio: Cosimo Andronico

Musiche: Maurizio Albeni

Produzione: Rai Fiction, Titanus Spa

Distribuzione: RAI

Paese: Italia

 

Trama

Ugo Guerra è un caposquadra dei Vigili del Fuoco. Dopo la morte di sua moglie, Ugo si è chiuso nel dolore, allontanandosi, pur senza volerlo, da suo figlio Guido che lo accusa di essere sempre stato un padre e un marito assente, votato più al lavoro che alla famiglia. Guido, per reazione all'astio che nutre nei confronti di suo padre, si è legato ad una donna più grande di età, una donna senza scrupoli che lo sfrutta spingendolo a spacciare droga. Il ragazzo svolge la sua squallida attività in una discoteca gestita da Mirko, un criminale senza scrupoli che gestisce un cospicuo traffico di stupefacenti. Una sera, Guido, preso da un improvviso rimorso, si rifiuta di vendere droga ad un suo amico d'infanzia. Ne segue un litigio con il gestore della discoteca che licenzia Guido e vende a sua volta al suo amico d'infanzia dell'altra droga sequestrata ad uno spacciatore che voleva venderla in zona senza il permesso dello stesso Mirko. L'amico di Guido muore, insieme a due ragazze che lo accompagnavano. Mirko, per togliersi dai guai e dall'accusa di omicidio, riesce ad incastrare Guido, facendolo passare per colpevole. Guido è ricercato dalla polizia. E sulle sue tracce c'è Andrea, un poliziotto che è fidanzato con Giulia, l'altra figlia di Ugo. Ciò ha portato alla rottura del loro rapporto: la ragazza non può sopportare che l'uomo che ama debba arrestare suo fratello. Ma intanto, la reazione di Ugo è terribile. L'incomprensione che da tempo lo divide da suo figlio lo spinge a considerarlo colpevole. Nel corso di un appello in televisione, Ugo maledice suo figlio, accusandolo del triplice delitto. Quindi partecipa con i suoi colleghi pompieri ad un intervento per domare un incendio in una galleria autostradale. La disperazione, unita alla sua generosità istintiva, lo spingono a rischiare più del dovuto. Ugo viene travolto da una esplosione ed è condotto in ospedale in condizioni disperate: solo un trapianto di fegato può salvargli la vita. Guido, che è in procinto di scappare all'estero, viene a sapere la notizia da sua sorella che, a causa di un'epatite contratta anni prima, non può prestarsi all'espianto parziale del suo fegato per donarlo al padre. Guido, allora, decide di costituirsi per donare parte del suo fegato al padre e tentare di salvarlo. Per fare ciò, deve dichiararsi colpevole: Mirko, infatti, lo ha minacciato. Se dirà la verità al magistrato, i primi a pagarne le conseguenza saranno proprio suo padre Ugo e sua sorella Giulia. Il caposquadra Ugo Guerra, dopo una lunga convalescenza, riesce a guarire e viene informato da sua figlia Giulia che Guido lo ha salvato. Il caposquadra ora è tormentato dai dubbi: il gesto che il ragazzo ha compiuto nei sui confronti non è un gesto da assassino senza scrupoli. Qual è allora la verità? Guido è davvero colpevole come Ugo credeva, o invece è innocente? Il caposquadra Guerra si reca in carcere per parlare col figlio. é deciso a scoprire la verità. E ad agire di conseguenza...

Simone è Andrea

Fonte Ufficiostampa.rai.it e IMBD.com

© 2014 - 2017 Simone Corrente UFC

Sito non ufficiale. Copyright degli aventi diritto.


Crea il tuo sito Gratis, Facile e Professionale!
www.onweb.it

Simone Corrente Unofficial FanClub

«E "valori" a mio avviso è proprio una grande parola: vale la pena rispettarla e soprattutto, rilanciarla, specie in questo momento dove non c'è più molta gente che ci crede veramente.»

Simone - Intimità 2009