Home   /  Carriera   /  Vite a perdere

STREAMING | FOTO

 

Scheda tecnica

 

Data di messa in onda: 12 e 14 gennaio 2004

Genere: Drammatico

Anno: 2003

Cast: Alessio Boni, Karin Proia, Giampaolo Morelli, Simone Corrente, Stefano Calcagna, Alessandro Prete e con Ninetto Davoli con la partecipazione di Pino Quartullo, Francesco Salvi

Regia: Paolo Bianchini

Sceneggiatura: Franco Ferrini

Fotografia: Giovanni Cavallini

Montaggio: Andrea Pica

Musiche: Paolo Vivaldi

Produzione: Rai Fiction, realizzata da Edwige Fenech per Immagine e Cinema

Distribuzione: RAI

Paese: Italia

 

Trama

(1) Cinque ragazzi nati e cresciuti in una delle più povere borgate romane vivono malamente, rubacchiando e tirando avanti alla meglio. Tra loro c'è Fabiana che è perdutamente innamorata di Pino, un giovane fornaio, detto appunto er fornaro, che è entrato nel giro dei piccoli delinquenti. Pino, insieme a Maurizio, Nicolino e Danilo, decide di fare il salto: dai piccoli furti alle grandi rapine. Entrano nel grosso giro della malavita e cominciano a frequentare il mondo degli ippodromi e delle scommesse clandestine. Durante un violento alterco con tre boss rivali, i fratelli Feroci, Maurizio viene ferito e Pino lo vendica uccidendo il loro capo, Pietro Feroci. Poco dopo Pino viene arrestato con l'accusa di aver rapinato un vagone postale. In carcere incontra Cardoso, un potente capo della camorra, che lo prende in simpatia. Grazie alle connivenze con funzionari corrotti della magistratura e della polizia, Cardoso fa sparire le prove che giustificano la detenzione di Pino. Una volta che Pino er fornaro ha riacquistato la libertà, lui e Fabiana vanno a vivere insieme. La banda si ricompone e, aiutata da Cardoso, prende il controllo delle scommesse clandestine e di gran parte del mercato romano della droga. Fabiana, quasi senza rendersene conto, si lascia coinvolgere nelle attività criminali della banda. Ora i ragazzi sono ricchi, potenti e temuti nel mondo della malavita. Danilo, amico di un giovane rampollo della nobiltà romana, progetta con il resto del gruppo il rapimento del marchese, padre del ragazzo. Mario, il fratello minore di Pino, entra a far parte dell'organizzazione criminale e gli viene affidato l'incarico, insieme a Fabiana, di sorvegliare il marchese in un nascondiglio segreto. Durante le trattative per il pagamento del riscatto e dopo una discussione tra i due carcerieri, Mario sbadatamente mostra all'ostaggio la propria faccia scoperta. Pino non ha scelta: uccidere il marchese è l'unico modo per non essere compromessi. Ma la sua decisione apre una prima frattura nel gruppo.
(2) Per vendicare la morte di Pietro Feroci i suoi fratelli uccidono Pino. Oltre al grande dolore che la sua morte provoca nei componenti della banda, la loro unione subisce un colpo durissimo poiché, anche se formalmente erano tutti uguali, in realtà Pino era il vero capo. E non mancano di manifestarsi i primi conflitti per stabilire chi dovrà assumere il potere. Dopo alcuni mesi dalla morte di Pino, Maurizio è ricercato dalla polizia e Fabiana lo aiuta a nascondersi. Lui le confessa il suo amore, ma la loro storia durerà poco, perché proprio nel momento in cui il giovane decide di costituirsi verrà ucciso e il resto della banda arrestato. Nel freddo del carcere dove Fabiana sconta la sua pena nasce la speranza di un futuro diverso, affidato al bambino che la donna porta in grembo.

Simone è Mario.

Fonte Ufficiostampa.rai.it

© 2014 - 2017 Simone Corrente UFC

Sito non ufficiale. Copyright degli aventi diritto.


Crea il tuo sito Gratis, Facile e Professionale!
www.onweb.it

Simone Corrente Unofficial FanClub

«E "valori" a mio avviso è proprio una grande parola: vale la pena rispettarla e soprattutto, rilanciarla, specie in questo momento dove non c'è più molta gente che ci crede veramente.»

Simone - Intimità 2009